Cronache della Guerra

Il periodico Cronache della Guerra è stato pubblicato dal 1939 al 1943. Edito da Tumminèlli, Calogero (Caltanissetta 1886 – Roma 1945); laureato in scienze economiche all’univ. Bocconi, ancora studente fondò la casa editrice Bestetti e T., specializzata in pubblicazioni d’arte; stampò le riviste Dedalo, diretta da U. Ojetti, e Architettura e arti decorative, diretta da M. Piacentini e G. Giovannoni; fu direttore (1926-33) della rivista L’Illustrazione Italiana. Con G. Gentile e G. Treccani studiò e attuò il piano editoriale dell’Enciclopedia Italiana, della quale fu direttore editoriale fino al 18º vol. La ricchezza illustrativa, che ne costituisce un’essenziale caratteristica, si deve soprattutto al suo progetto. Direttore della casa editrice Fratelli Treves, fu poi a capo della società Treves-Treccani-Tumminelli. Nel 1933 fondò, dopo lo scioglimento della società, la casa editrice Tumminelli e l’Istituto romano di arti grafiche, attivi fino al 1973. Alla sua morte subentrò il figlio Roberto (Roma 1913 – ivi 1982) (Treccani, 31/3/2020).


Collaboratori:
La redazione di Cronache della Guerra aveva la sede all’interno della Città Universitaria La Sapienza di Roma. I collaboratori erano prevalentemente docenti universitari di facoltà umanistiche e ufficiali militari. Riportiamo alcune loro biografie ritrovate sparse per la rete


Alberto Baldini, nato a Bologna il 9 ott. 1872, entrò nell’ottobre 1890 alla scuola militare di Modena, donde uscì sottotenente di artiglieria nel settembre 1893. Nel 1909 fu nominato titolare della cattedra di storia politica e militare moderna della stessa Scuola di Modena, dove insegnò fino al 1914. (segue biografia completa)

Ernesto Ciurlo, capitano, il 9 luglio 1940, al comando della nave da battaglia Conte di Cavour partecipò al primo scontro, a Punta Stilo, tra la Marina italiana e la Royal Navy.

Roberto Sandiford, (Livorno 16 agosto 1887 – Roma 29 luglio 1965) Dopo gli studi secondari lavorò dal dicembre 1906 come applicato avventizio di ragioneria alle Ferrovie dello Stato, a Firenze, conseguendo nel 1910 la nomina stabile. Nel frattempo studiò all’Università di Urbino, dove conseguì nel luglio 1911 la laurea in giurisprudenza. L’anno successivo si iscrisse all’albo dei procuratori, a Firenze, e nel 1916 a quello degli avvocati. (segue biografia completa)

Francesco Spinedi, docente presso l’Università degli Studi di Roma, tra i direttori di “Rassegna Monetaria” e dottore commercialista (Intesa Sanpaolo, 1/4/2020)

Amedeo Tosti (1888-1965), studioso e cultore di storia militare. Laureatosi in Giurisprudenza, in Lettere e in Scienze politiche, partecipò alla guerra 1915-18 quale ufficiale di complemento dell’arma di artiglieria, meritando due promozioni per merito di guerra e quattro ricompense al valore. Dopo la fine del conflitto, fu segretario della Commissione per gli studi storici sulla guerra mondiale, successivamente prestò servizio presso il ministero degli Esteri e della Cultura Popolare. Libero docente di storia militare nella facoltà di Scienze politiche dell’Università di Roma, pubblicò numerosi studi storici sulla Prima guerra mondiale (Thule Italia, 1/4/2020)

Luigi Villari, (1876-1959) era uno storico, viaggiatore e diplomatico italiano. Ha lavorato nel Ministero degli Esteri italiano e in seguito è stato corrispondente per un giornale. Villari è stato vice-console italiano in tre città americane: New Orleans, Filadelfia e Boston.

Altri collaboratori: Vincenzo Lioy, Carelli, Athos, Nemo, Camillo Caleffi, Ilo Bodil


0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments